La bastarda della Carolina, Dorothy Allison

«I miei occhi erano asciutti, la notte mi copriva come un lenzuolo. Non ero vecchia. Tra qualche settimana avrei compiuto tredici anni. Ero già chi dovevo diventare».

Ruth Anne Boatwright, detta Bone, appena nata deve già lottare contro il pregiudizio. Suo padre, infatti, è scappato prima che lei venisse al mondo, e la sua fuga le è costata la scritta bastarda sul certificato di nascita. Sua madre ha fatto di tutto negli anni per cancellare l’onta che grava sulla figlia, ma purtroppo non è mai riuscita a sconfiggere il peso dei commenti della gente che reputano Ruth una bambina di serie B. La situazione si complica ulteriormente quando il patrigno, con cui la madre sembra finalmente felice, inizia ad avvicinarsi troppo a lei. Quel momento nitido, quell’istante scolpito nel tempo per Bone è l’inizio della fine. 

Comincia così a odiarsi, a colpevolizzarsi per tutto ciò che di brutto le è accaduto nella sua breve vita ( ha solo tredici anni). Eppure riesce a trovare dentro di sé una forza un’attesa, la forza dei Boathwright. Solo allora inizierà a scendere a patti con il suo dolore e a crescere mettendo da parte la rabbia per ciò che le è capitato. 

La bastarda della Carolina è un libro intenso, diretto, doloroso. La scrittura di Dorothy Allison è cristallina e brutale allo stesso tempo; l’autrice si sofferma infatti anche sugli aspetti meno edificanti arrivando così dritta nel cuore dei lettori. Il libro, ricco di riferimenti autobiografici, rende evidente l’urgenza narrativa di Dorothy Allison che crede molto nel potere della scrittura come metodo di accettazione della realtà, anche la più crudele. 

Quella di Bone è una storia che ti resta addosso, che scava un solco. È una storia di violenza ma anche di coraggio e resilienza. 

Traduzione di Sara Bilotti, minimumfax

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...