Revolutionary Road, Richard Yates

«L’importante era, sempre, ricordare chi eri».

Frank e April Wheeler sono una giovane coppia che conduce una vita apparentemente ordinaria nel quartiere residenziale di Revolutionary Road. Hanno due bambini piccoli, una villetta curata e, vista dall’esterno, gli Wheeler sembrano la famiglia perfetta, degna di una pubblicità. Eppure questa è solo una facciata. Frank e April, entrambi troppo concentrati su loro stessi e le ambizioni ormai andate in fumo, sono pervasi di rimorsi e risentimenti tanto ingombranti da minare la serenità famigliare. April, un’aspirante attrice che ha rinunciato al suo sogno per occuparsi dei figli, fa un ultimo e fallimentare tentativo di affermarsi sul palcoscenico che non fa altro che incrinare ulteriormente il rapporto con il marito che accusa apertamente dei suoi insuccessi. Frank invece fa l’impiegato, ma odia il suo lavoro e l’unico motivo per cui trova la forza di alzarsi al mattino e recarsi in ufficio è la consapevolezza che il suo stipendio è indispensabile per consentire una vita agiata a sua moglie e ai suoi figli. Un giorno April si rende conto che l’unico modo per porre fine a quell’esistenza monotona in cui si sente intrappolata e cercare di salvare il suo matrimonio è trasferirsi a Parigi e ricominciare tutto daccapo. Sebbene anche Frank all’inizio sia entusiasta, questa decisione creerà solo nuove tensioni che provocheranno delle terribili conseguenze nella vita degli Wheeler facendo crollare il castello di menzogne sui cui avevano costruito la loro intera esistenza. 

Revolutionary Road, romanzo ambientato negli Stati Uniti a metà degli anni Cinquanta, viene pubblicato nel 1961 ed è finalista al National Book Award nel 1962. Nel 2005 è stato selezionato dalla rivista «Time» come uno dei cento migliori romanzi in lingua inglese dal 1923. In questo libro Yates affronta un tema a lui caro e ricorrente nella sua produzione letteraria: la famiglia. Per l’autore infatti la famiglia è il centro di tutto: è dove nasciamo, impariamo a relazionarci con il mondo e a definirci nei rapporti con gli altri. L’interesse particolare per questa tematica deriva probabilmente dal fatto che i genitori di Yates si sono separati quando lui era molto piccolo, influenzando irreparabilmente la sua infanzia e il suo modo di vivere le relazioni. Revolutionary Road offre inoltre una visione chiara e obiettiva di un paese che è pieno di contraddizioni, in cui conta più la forma della sostanza. L’esempio più evidente di questo clima di disillusione è il disperato desiderio di raggiungere il cosiddetto sogno americano. I personaggi sono egoisti, indifferenti nei confronti dei bisogni altrui e sono disposti a tutto pur di apparire realizzati, pur scoprendosi inesorabilmente soli e infelici. 

Traduzione di Adriana dell’Orto 

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...