Il tempo e l’acqua, Andri Snær Magnason

«Tutto scorre, tutto è eterno e fugace come lo sciabordio delle onde a Grímsey».

Il cambiamento climatico è reale. I ghiacciai si sciolgono, gli habitat naturali si trasformano, l’acqua degli oceani si acidifica diventando inabitabile per innumerevoli specie. Le temperature aumentano, si alza il livello del mare e ci sono sempre più catastrofi che cambiano il volto del nostro pianeta. Come siamo arrivati a questo punto? Cosa possiamo fare per porvi rimedio? La triste realtà è che siamo già in ritardo perché la Terra si sta, a suo modo, ribellando da tempo allo sfruttamento a cui l’uomo l’ha sottoposta da tantissimi anni. E tutto ciò è accaduto perché, mentre gli scienziati annunciavano al mondo i problemi derivanti dal cambiamento climatico lanciando un allarme senza precedenti, le loro parole sono rimaste inascoltate. Erano come un ronzio di sottofondo, come una cosa che non ci tocca direttamente e che quindi decidiamo di affrontare in un secondo momento. Ma adesso il tempo è scaduto e il cambiamento è inarrestabile. 

Andri Snær Magnason, dopo uno strano sogno in cui gli appare la mucca universale Auðhumla, decide di scrivere questo libro. Riflessioni sulla situazione attuale della Terra si alternano a studi scientifici, aneddoti ed esperienze dirette. Magnason calcola che sua figlia potrà coprire un arco di tempo di 262 influenzando direttamente il futuro delle persone che faranno parte della sua vita. Ognuno di noi può diventare fondamentale in questa battaglia perché, solo impegnandoci tutti insieme, potremo sperare di rallentare il cambiamento del nostro pianeta.

Il compito che si è dato Andri Snær Magnason, narratore di scienza e attivista ambientale da tutta la vita, è rendere più consapevoli della situazione più persone possibili. Questo libro però non è un trattato scientifico e proprio per questo arriva dritto nel cuore dei lettori. È un album di famiglia che racconta la storia dei suoi membri, partendo dai nonni dello scrittore, arrivando ai ghiacciai, alle nevi, alle montagne e ai magnifici paesaggi islandesi. Questo libro è un regalo, un ultimo invito alla consapevolezza. La natura, infatti, non deve mai essere data per scontata e dobbiamo goderne finché possiamo perché le sue bellezze stanno per scomparire a causa della negligenza umana.

Traduzione di Silvia Cosimini, Iperborea

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...