Metà di un sole giallo, Chimamanda Ngozi Adichie

«In classe c’era più o meno un quarto della scolaresca. [Olanna] insegnò loro com’era fatta la bandiera del Biafra. I bambini erano seduti sulle panche di legno e il pallido sole del mattino entrava dal tetto sfondato mentre lei dispiegava la bandiera di Odenigbo e illustrava il significato di ogni simbolo. Rosso era il sangue dei fratelli assassinati nel Nord; nero era il lutto per la loro morte; verde, il colore della prosperità a venire del Biafra e, infine, la metà di un sole giallo indicava la gloria futura del paese».

Olanna e Kainene sono gemelle, ma le loro vite sono molto diverse: mentre Kainene decide di lavorare con il padre aiutandolo a occuparsi dei suoi affari, Olanna invece insegna all’università. I genitori vorrebbero che Olanna si sistemasse con qualche pezzo grosso del panorama politico nigeriano, magari incontrato a una delle tante feste organizzate nella loro bella villa, ma lei si innamora perdutamente di Odenigbo, professore idealista e instancabile sostenitore dei più deboli. I loro mondi sono opposti, ma appena Olanna conosce Odenigbo sente che lui la completa, sa che sarà il suo porto sicuro, l’uomo della sua vita. Appena ottiene un incarico all’università di Nsukka, Olanna decide che è arrivato il loro momento e si trasferisce da lui. Ma la convivenza non è così semplice, soprattutto a causa delle idee di Mama, la madre di Odenigbo, che non accetta assolutamente Olanna come sua compagna. Ma c’è anche Ugwu, il domestico, che è un ragazzo dei villaggi arrivato a casa di “Padrone” quasi da bambino e che si affeziona fin da subito a lei. Kainene invece istaura una relazione con Richard, uno scrittore britannico che si è trasferito in Nigeria per scrivere un libro sull’arte locale. 

Il loro mondo però viene scosso dalla guerra civile. Tutto cambia, tutto si distrugge. La guerra civile che colpisce la Nigeria dal 1967 al 1970 segna profondamente la storia di questo paese. Scoppia in seguito al tentativo di secessione da parte delle province sudorientali della Nigeria di etnia igbo. Durante i combattimenti vengono sterminati in migliaia. Nasce così la Repubblica del Biafra e Olanna e Odenigbo sono in prima linea per sostenerla come possono. Ma la guerra è lunga e difficile, cambia le persone, gli ambienti, gli affetti: niente è più com’era prima. Mentre in Nigeria si consuma una vera e propria tragedia, Richard capisce che l’unico modo per rendere giustizia ai tanti soldati e civili che si sono sacrificati per il loro paese è scrivere di loro, di quegli uomini, della loro storia. «Il mondo taceva mentre noi morivamo» scrive, perché tutto si svolge nella più completa indifferenza generale. Dopo un evento di tale portata, anche i rapporti si trasformano e diventa chiaro che «ci sono cose talmente imperdonabili da rendere imperdonabile tutto il resto». Gli attriti si appianano e viene più facile fare la pace. Ma anche se la guerra a un certo punto finisce, si sarà portata via qualcosa o qualcuno di troppo importante, che farà vivere ai personaggi una vita molto diversa da quella che avevano immaginato. 

Metà di un sole giallo è un romanzo bellissimo ma anche estremamente doloroso che ripercorre una fase tragica della storia nigeriana. Chimamanda Ngozi Adichie inserisce nella narrazione anche i racconti della sua famiglia e della loro sofferenza. Questo è un libro vero, profondo, dolce e amaro insieme dove ci sono tante Afriche, molto diverse tra loro. Ogni pagina è un pugno nello stomaco, eppure alla fine capisci che non vuoi più lasciarlo andare, non puoi più ormai, perché è rimasto dentro di te, ti si è cucito addosso come quella metà di un sole giallo sulle divise dei soldati biafrani.

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...